Serate fuori… serate fra sconosciuta gente.. serate fra gente conosciuta…

Entrare nella luce del locale.. vedere occhi, sguardi, sorrisi…

Vedere lei che ti prende per mano e ti chiede di raccontargli tutto .. e tu che sai.. che lei ha quello che un tempo tu desideravi.. è suo .. sarà suo…

Vedere altri sguardi, altri sorrisi… altre lei..altri loro.. altri lui… vedere occhi.. vedere….

Sentire adrenalina.. sentire .. il freddo sulla tua pelle .. sentire uno sguardo.. Uno sguardo sconosciuto salire dall’incavo della schiena e percorrerla tutta senza sosta… sentirlo salire da dietro.. soffermasi sullo stacco dei pantaloni neri troppo a vita bassa, salire sulla maglietta bianca.. sfiorare i capelli soffermasi sul mio profilo e riscendere giù per perdersi nel mio seno.. cosi, mentre lui sopra il palco leggeva cinque racconti …

Alzarsi.. perdersi nella folla in cerca di sguardi conosciuti e sentire ancora lui, quello sconosciuto sguardo.. sentirlo addosso, sopra di me… mentre lui cerca di entrare dentro di me..

Squillo … un altro squillo .. è il mio! squilla .. non sento la voce.. devo uscire dal locale.. mi segue.. mi guarda.. si gira .. si allontana.. si volta mi riguarda e si confonde con la notte fredda …

… lo perdo…