Tag

I miei post nascono sempre improvvisamente.

Improvvisamente mi si smuove qualcosa dentro.

In un attimo trovo le mie emozioni brucianti dentro di me.

Mi sento scoppiare.

E con impeto scrivo.

Come un temporale estivo.

Stamani sentivo dentro di me diverse cose…

Camminavo in piena campagna e ripensavo a ieri.

Al sole di ieri.

Ripensavo al pranzo e alle risate con i miei cugini.

Pensavo al mio conflitto tra razionalità ed emotività. Tra pensare e vivere.

Pensavo alla telefonata del collezionista….

Pensavo al nuovo modo di sorridermi di mio cugino, improvvisante cosi sorridente con me…

Pensavo al mio troppo pensare…

Pensavo al nuovo atteggiamento del collezionista…

Cercavo di ascoltare l’impellenza delle mie emozioni.

A quale emozione avrei dato voce oggi ?…

Una doccia calda.

In attesa della telefonata del collezionista decido di andar a leggere le vostre parole.

Leggera e di buon umore mi soffermo su uno dei blog che più amo, che più sento. Un blog che ho conosciuto per caso. Saltando di blog in blog.

Un blog che mi ha subito colpita.

Ricordo ancora quel “mio” primo post scritto da una psicologa dai grandi occhi e dal sorriso dolce.

Quel giorno avevo mal di testa. Chi mi conosce sa come sono poco “disponibile” in quei momenti. Mi esprimo con difficoltà. Non riesco a ragionare… ma quella certa Niobe con le sue parole, con le sue riflessioni mi smosse qualcosa…

Smosse una parte di me.

Non ne ero consapevole. Assolutamente sul momento.

Sentivo solo che piaceva troppo leggere quello che scriveva.

Che scriveva questa Niobe…

Mi chiedevo il motivo della scelta del suo nick… Niobe fu punita. Una punizione terribile.Apollo e Diana le uccisero tutti i figli e, se non ricordo male, lei fu trasformata in una roccia che “piange”.

Una donna racchiusa in una roccia che piange i suoi …

Io so solo che la “mia” niobe è una donna che mi piace.

Una donna che con le sue parole, riflessioni mi ha smosso ogni volta qualcosa.

Mi ha emozionato.

Mi ha fatto pensare.

Riflettere.

Mi ha fatto conoscere nuovi punti di vista.

Ha smosso cose molto importanti di me.

Mi ha “scaldata”.

Mi ha dato molto.

Tantissimo.

Non avrei mai pensato che potesse accadere.

Non ho mai pensato che una perfetta sconosciuta potesse darmi tanto.

Lei oggi ha smosso di nuovo le mie emozioni.

Oggi ha deciso di chiudere il suo blog.

Molti, con una facilità impressionabile, mi definiscono pessimista. Sempre.

Chissà forse lo sono. Forse hanno ragione loro. Non lo so.

Io so solo che dentro di me, in questo momento, spero con tutta me stessa che Silvia ci ripensi e torni…

Mi mancherai Silvia…

Tanto.

Annunci