Tag

Ieri più volte mi è stato detto.

Pomeriggio intero di mal di testa.Poca voglia di festeggiare. Di festeggiare il matrimonio del Brizzolato. Anzi, nessuna. Felice per lui, non per me. Pomeriggio passato a nel dolce far niente. Abito bianco appeso alla finestra.

Ritardo. Il dolce far niente cullava dolcemente la mia emicrania.
 Doccia fredda.
Veloce. L’orologio corre.
Crema. Tanta. Mi voglio morbida.

  
Smalto trasparente. Capelli morbidi. Occhi neri. Ci siamo.

   Una telefonata (su esplicita richiesta). La mia accompagnatrice, S., arriva. Mi guarda. “sei bellissima”, le sue prime parole.Di corsa per le scale.Si spoglia veloce. Doccia. Mi ripete: “Sei bellissima, sensuale”. Si veste. Uno sguardo allo specchio. Intravedo i miei laccetti azzurri sotto laccetti bianchi dell’abito. Non mi piace. Ci guardiamo complici.
“lo tolgo!” 
 

Scale. Strada. 

Arriviamo.  
Verde. 
 
Casolare bellissimo. 

Mi sento strana 
Mi sento un pesce fuor d’acqua. 
Un pesce senza aria. 
 

Ossigeno.  

Sorrido.  

Mi guardo intorno.  

C’è un uomo bellissimo.
Capelli neri.
Tratti asiatici.

Amici non visti da tempo.
Ci speravo.
G. lo guardo. Sono mesi che non ci vediamo.
Mi abbraccia:
“sei bellissima. Emani sensazioni bellissime.
E lo sai, io ci faccio caso. tanto”
Gli sorrido.
È felice di vedermi 

Già lo sapevo.
Mi manca.
Mi manca lui e suoi sorrisi.  

Cerco lo sposo.
Sta suonando il suo sax.
È bello.  

Vedo la vip.
È innamorata.
C’è anche lui.vIl suo lui.
Prima volta che lo vedo.

Vedo lo sposo.
Lui non mi vede.
La Dj. si avvicina.
Ultimo incontro con lei è stato dolore.
Dolore per un’amica che non vedremo più.
Mi abbraccia.
Stringe.
“sei bellissima”.
Inizio a crederci. 

Un bacio alla sposa.
Piccola.
Sorridente.  

Ci sediamo a tavola. 
Parole.
La vip è presa dal suo lui.
È innamorata.
Ride per niente.
Spesso rossa in faccia.
Lui fa battute.
Lei ride.
Io sorrido.
Fanno piangere.
Sorrido.  

La mia accompagnatrice non si risparmia.
Mi guarda.
Mi sorride.
Mi abbraccia.
Mi bacia.
“sei bella.
” “sei sensuale”
“sei tanto bella”

Gli sposi aprono le danze.
Mi si stringe il cuore.
Si baciano.
Si amano.
Sono belli da vedersi.
Lui cosi bello.
Lei carina.
Lui alto.
Lei piccolina.
Lui magrissimo.
Lei morbidissima. È
la favola.
La loro favola.

Passa il tempo

Vedo amiche francesi.
Ricordiamo.

Mi allontano.
Mi soffermo.

Sola. 

Mi giro.
La mia accompagnatrice e lo sposo.
Lui mi guarda,
“Fatti vedere.
Sei bellissima”
Arriva gente.
Si allontana. 

Arriva la sposa.
Mi guarda.
“sei bella”
la guardo.
Ci siamo viste solo due volte prima di ieri.
Insiste e sottolinea:
“Se ne parlava anche con M. (il brizzolato.. lo sposo… SUO marito)”
Mi abbraccia

Passa l’uomo bellissimo,
dai tratti asiatici.
Mi sorride.
Passa una donna bellissima.
Si avvicina a lui e lo bacia.

Sorrido.

Esco nel verde.
Mi siedo.
Guardo i miei sandali.
I miei piedi.
Alzo gli occhi e sorrido.
Sorrido alla loro favola.
Bellissima.

 

 

 

Annunci