Tag

Mi allungo.
Seduta davanti alla finestra osservo fuori. È
Buio. Nuvole scure. Tutto oscuro. Buio.

Guardo. Non vedo.
Non mi va di vedere stasera.
Stasera voglio solo guardare. Passiva. Farmi coccolare dal niente. Cullare dal momento. Lasciva mi stiro. Vorrei squillasse il telefono per farmi cullare da parole altrui. Ascoltare. Sorridere. Mordicchiarmi. Mordicchiare la carne delle mie dita. Mordicchiare ed accarezzare con la lingua la falangetta centrale delle mie dita. Lunghe dita. Lunghe dita dalle unghie corte e lo smalto trasparente. Adoro mordermi le mani e baciarmi le braccia. Non so perché.
Adoro e basta.
Adoro star seduta seminuda davanti al pc.
Adoro ricoprirmi di crema per il corpo mentre una voce mi culla al telefono. Adoro accarezzare la parte liscia dei miei piedi.
Le mie sere silenti sono cosi. Io, il mio sguardo, le mie mani e una voce che mi voglia far compagnia. Una voce che mi racconti di sé. Della sua giornata. Dei suoi pensieri. Che mi racconti ciò che i suoi occhi hanno visto. Mi perdo ad ascoltare, mentre mi accarezzo le caviglie. Mentre infilo le dita nella crema fredda. Crema fredda sul corpo. Ascolto. Sorrido. Non penso e mi faccio coccolare. Silente ascolto.

Ascolto una voce che non c’è.

 

Annunci