Tag

, , , ,

 

 

Ho giocato… Ho giocato
per gioco

Per gioco ho accettato e giocato

Indecisa
ma la sera che mi fu proposto di giocare a postare immagini erotiche
ho accettato.

Mi piaceva l’idea di postare liberamente immagini che mi colpivano…
Ho iniziato cosi..
Con leggerezza
Senza pensare
Sorridendo

Ho giocato
Senza pensare

Così d’istinto

Ho postato immagini che mi entravano dentro un po’ in giro
Ho lasciato una traccia delle mie emozioni fatte di immagini

Non volevo lasciare parole

Non volevo rispondere con le parole di zoe

Le mie parole

Non volevo rispondere ai messaggi privati

Ma purtroppo
sono curiosa
e
non so resistere

Devo affondare le mani
le dita
sentire la materia
sentire le emozioni
altrui

Sono cosi

E prima sintetica,
poi con alcuni ho continuato

Qui ho sbagliato e chiedo scusa

Scusa per non aver svelato che ero anche zoe

Ma sempre vera e sincera sono stata

Sempre io e le mie emozioni

Io

Dalle immagini,
passare alle parole è stato un soffio
un soffio di zoe

Quella zoe
che si vive qua

Quella zoe
che parla con le viscere

Quella zoe
che quando piange
lacrime salate
mette nero su bianco

Quella zoe
che incantata
guarda immagini che le parlano

Quella zoe che brucia
arde
e
brucia

Quella zoe fragile
che
ha bisogno d’amore
e d’amare

Quella zoe confusa
triste
entusiasta

Quella zoe
che con occhi grandi e miopi
guarda il mondo e non vede
se stessa

Occhi grandi fatti di stupore
meraviglia
e voglia
di
vivere

di vivere le proprie emozioni

Occhi miopi
che scrutano il mondo
ma che non tutto vedono

Non vedono da lontano
ma spesso da vicino
e
non ho visto zoe

Guardo me stessa

E vedo che
ho accettato di iniziare con un altro nick diverso dal mio

Volevo capire
Capire il gioco
Capire zoe
E capire

Ho capito

Ho finalmente capito
che
non scriverò più

[altrove ormai insistente]

Perché
ho capito una grande cosa

ho finalmente capito che
zoe
e
ricamo
sono parti della stessa persona

E voglio sentirmi libera

Voglio sentirmi libera di esprimermi dove sono nata

qui

Sono nata qui
su questo bianco
ricamato
da zoe

Non mi voglio nascondere
Non mi voglio spezzare a metà

Non ho più bisogno di Ricamo

Mi riapproprio di me stessa

Ringrazio fabius
per queste parole per Ricamo

Un ricamo d’aria soffice e merlettato
leggero come tele di donna di Schiele;
passa leggiadro tra spirali di vita
s’arrovella e si trasforma in sospiro.
Sospiri di vita e sogni vissuti
Trasparenze vedute e angoli addolciti
Da movenze eleganti e forme tonde.
Pellicole impresse da gocce d’amore,
Fotografie sfiorate da polpastrelli delicati,
Mani agili e affusolate.
Sigillo il tuo cuore con un bacio
Cosicché il sospiro non diventi turbine
Forte e deciso, ma decisamente breve…

Il Mantello E La Spiga

 Sotto l’ombra sospiravi
pastore di ombre e di sotterranei segreti
parlavi di una vita trascorsa.
Come sempre le foglie cadono d’autunno.
Intona i canti dei veggenti
cedi alla saggezza
alle scintille di fuochi ormai spenti,
regolati alle temperature e alle frescure delle notti:
lascia tutto e seguiti.
Guarda le distese dei campi, perditi in essi
e non chiedere altro.
Lasci un’orma attraverso cui tu stesso
ti segui nel tempo e ti riconosci.
Correvi con la biga nei circhi.
E fosti pure un’ape delicata,
il gentile mantello che coprì le spalle di qualcuno.
Lascia tutto e seguiti.
I tuoi occhi dunque trascorrono svagati
ed ozi come una spiga.
Come sempre le foglie cadono d’autunno.

[F. battiato]

Chiedo scusa a chi si è sentito preso in giro ad Ant in particolar modo, abbraccio e dedico questo post a Silvia

Quella Silvia che per me è e sarà sempre uno specchio

Quella Silvia che mi commosso dicendomi:
io ti dico che non ho mai conosciuto una persona che sapesse trasmettere le emozioni come te

E con le sue parole mi riapproprio di me stessa

di Amabilmente e abbandono un blog che trovo non rispecchiarmi completamente

Annunci