Tag

Siamo stati sorrisi. E scelte condivise. A volte della felicità rubata, altre un bacio nascosto per sorriderne con gli altri. Siamo stati gioia di parole e gioia silenziosa. Siamo stati cosa avremmo voluto e dovuto, con le scelte giuste, con le scelte sbagliate, con le strade d’asfalto invitante e quelle di buche dalla speranza nascosta.
Siamo stati voglie di carne consumata a volontà, con la fame reciproca che non si è lasciata alle spalle desideri o ripensamenti. Siamo stati un cercarsi frenetico e dolce, allo stesso tempo.
Siamo stati anni, senza contarci il tempo sulle rughe che son nate di nascosto nelle notti rubate alla nostra felicità.
Siamo stati una scelta obbligata, che il tempo ha scandito e accumulato pazientemente, come solo i giorni e i mesi e gli anni sanno fare.
E siamo stati responsabilità, perché il tempo alle spalle questo ci chiedeva, e non ci siamo sottratti a esso, anzi, l’abbiamo guardato torvo con la sicurezza della nostra falsa gioventù, con i geni di una incoscienza giovanile che non avrebbe dovuto appartenerci.
Siamo stati dovere, e tempo rubato, e sbadigli di nascosto, e sonno mancato.
Siamo stati un futuro che è cresciuto lento, ma con una volontà di ferro, che ci ha lasciato più di un sorriso.
Ma siamo stati ritorsioni, e vendette, e parole di ferite di lama rovente, e accuse di muscoli dolorosi e ricordi da stomaco sofferente.
Siamo stati percorso conosciuto, dai molti, non dai più.
Un percorso di cui, un tempo, abbiamo sorriso, certi delle nostre deboli forze. Un percorso che adesso stiamo tracciando giorno per giorno, ora per ora.
Io e te.
Siamo stati.
Niente più.

[Pezzo visto, letto  e "rubato"  dal blog di QuotaZero]

Annunci