Tag

,

Ho mute parole
che  silenti
implodono
in me


Da giorni
in tumulto

Silenziose
urlanti
Giocano
a nascondino
in attesa
di esplodere
ma

Ma silenti
danzano
come libellule
e farfalle
che sfiorano
l’aria
e danzano
baciandosi

Parole che non esistono
come pensieri fuggevoli
che accarezzano pelle
epidermide
sensi
labbra
dal dolente dolore
assorbita
risucchiata
imprigionata
mi cerco
nell’aria

Nel vento che non c’è
nelle parole che tacciono
nei pensieri che mi avvolgono

Ho domande
ma nessuna risposta
Ho rabbia per impotenza
per dolore
per giorni
mesi
anni
rubati
sottratti

Ho incubi notturni
affollati
di presenze
di una me
lontana
sottile
abbronzata
scavata
ossuta

Intensa

Ho Nick Drake dentro me

Ho bambini del nido
negli occhi

Piccoli

Occhioni
dolci
furbi
dispettosi
rospetti

Li amo

Ho davanti agli occhi
occhi neri
lucidi di Enne
Mi guarda
dura

Non so
non so di quelle lacrime
asciugate
di fretta
da me
da lei
dalle mie dita
da lei che mi dice

Non ti posso vedere così

Non ti voglio vedere così

vieni da noi

su a Milano

Te ne vai a giro, tutto il giorno

Mi chiedo ancora di quelle lacrime

E sono qui

Qui seduta
con la testa che duole
in attesa di lunedì
ennesimo controllo

Ridesidero me
il mio corpo
la mia vita

e …
poi c’è altro

ma che forse
forse
racconterò
questa sera
o forse no

Annunci