Tag

, , , ,



 *d-anderton_gabriele chiapparini 

Silente
mi soffermo

mi rannicchio in me
in cerca di me

Il freddo fuori
la pioggia sui vetri
il buio nel cielo

I pensieri si sovrastano
si affollano
si rincorrono
si sovrappongono
si calpestano

La mente
in ossimoro
tace

La confusione di me
porta vertigini e
silenzio

Per meandri oscuri
mi persi
in tempi non remoti
ma tortuosi

Per sentieri sconosciuti
sconsacrati

Anima fragile
di destino
indossato

Ha danzato
balli indesiderati
con spettri
invisibili agli occhi
della ragione

E ora non più sola
si ritrova
più fragile
dell’impossibile

Risucchiata dal buio
bacia la luce
anelando serenità
sospira grida di terrore
 
Terrore
paura
irrazionalità

Il sonno della notte
nasconde incubi
che la luce del giorno
non cancella

La mente razionale
contrasta l’irrazionale
per non ferire
chi ama
e farsi amare

Il desiderio del futuro
si cela tra bisbigli irriverenti

La mia solarità
è negli occhi di chi mi ama
e mi ritrae
con pennellate di bellezza indicibile
e di meravigliosa gioia
che mi contraddistingue

Come una farfalla
dalle ali splendide
ammiro il dono
che mi viene fatto:
Lo sguardo di chi mi ama

a bocca aperta
meravigliata di me
mi ascolto descritta
e perdo le parole
per acquistare sorrisi

La vita è strana
ti dona preziosità
quando meno te la meriti

Ho paura di me
di rovinar tutto

Con la mia insicurezza
fragilità
paure
dubbi

e mi soffermo
silente

mi rannicchio in me
in cerca di me

ma non esce niente
non trovo nulla

o quel che trovo
non mi piace

ha un sapore
che non mi piacere

un retro gusto
amaro
non buono

non mi riconosco più
e fa male
quello che vedo

Come mi vedo

Annunci