Tag

, ,

Miss Collier trovava che Marilyn fosse una "bellissima bambina".

Forse così dovrebbero esser ricordate. Forse è così dovrebbero esser guardate tutte, assolutamente tutte. Tutte le Margherite e le violette, ma anche tutte le Marilyn e le Marie, con le ossa spolpate dall’anima e dal talento. Tutte, una per una. Ogni Marlene e Romy e Greta e Marianne, ogni Virginia e Sylvia, ma anche ogni Svetlana e Iris e Fatima e Samantha… Ogni incauta aspirante velina, ogni professoressa inacidita e madre rompicoglioni e sorella depressa e figlia inquieta e fidanzata in crisi e amica fragile e collega stronza. Perchè ogni donna è, o almeno per un istante è stata, precisamente questo: una bellissima bambina.


Lella Costa, Amleto, Alice, e la Traviata, ed. Feltrinelli, p.68

doodle by playwithmyhear




Una "bellissima bambina"

è così che mi fai sentire

Non una volta
ogni tanto

No, sempre

Da quando non so
da sempre
forse

O da quando
inaspettatamente
mi hai travolta

con dolcezza
e sensibilità

estrema

Con la difficoltà
sulle spalle

Con il dolore
tra le costole

con la sofferenza
nel cuore

con la fiducia
che arrancava

In me

Dal niente
ho trovato
te

Accogliente
caldo

e tutto
è crollato

Con testa dura
segno il mio territorio

Il mio spazio
da solitudinaria

sbraito e
vocifero
le mie convinzioni
maturate
ponderate
insindacabili

Attendendo
ogni attimo
un tuo abbraccio

Uno dei pochi
da me
mai
desiderati

Tienimi stretta
fammi ascoltare
il tuo cuore

Ne ho bisogno
scalda il mio

Una "bellissima bambina"
è così che
tu
mi fai sentire

Tu che mi proteggi
raccogli
e stringi

Tu che ci sei
sempre e
sempre
ci sei stato

Tu che mi fai vivere
ciò che non credevo
non speravo
non immaginavo

Tu che sei così
meraviglioso
speciale

Generoso
di te

attento
premuroso

Sai ascoltarmi
parlarmi di me
farmi ridere

Tu che mi fai  dimenticare
le brutture del mondo
e del mio mondo

Tu che mi hai messo
al centro del
tuo mondo

Tu che mi rendi felice

speciale
che mi vedi
ogni giorno

una "bellissima bambina"

Annunci