Tag

,

Qualcosa mi sfugge



d’immateriale sostanza

attraversa l’incorporea me



Ferma

bloccata

attendo

e ascolto



non si muove

foglia



L’ascolto

non si cela



nascosto

nell’inconscio



Il silenzio

si fa denso



Tutto tace

nel rumore di me



Sento

densità

immemore



apparentemente distante

concretamente vicina



Nel vocio notturno

vedo immagini

assisto a storie

non mie



Apparentemente altrui



Chiusa a riccio

rido e volo

con pochi



Nella solitudine di me

intravedo ombre



ma tutto ancora tace



Che non sia tempo?



Tempo per cosa?



Il rumore del silenzio è assordante

grida

urla

e tormenta





Annunci