Tag

, ,

Del morirne dentro 

d'incapacità d'amare
dare
e render felici

Ci si ritrova
ad esserlo 
senza coscienza

Fatti di nulla
e vacuità

Il vuoto ti dilata 
e nutre

Di pessima stoffa
cuciti 
e ricamati
di aridità
lo si è

e sono inutili 
lacrime

Sparse sulla pelle
come la neve 
sul freddo

L'eco del vuoto
si fa voce di te

Del tuo esser niente
e del tuo 
non donar nulla

Inutile bestiola
fatta di fango e mota

ti muovi illusa
di preziosità

quando goccioli
di arida pochezza

Ucciditi
straziati

per provar 
dolore minore

Sparisci
rendi ciò che hai

dileguati
svanisci
e non tornar più

nelle vite 
che non
meriti

lascia andare
e chiuditi

nella nullità
di te stessa

fatti silente
giorno dopo giorno

Trasparente

Ingoia 
vetro e chiodi

nutriti di ciò 
che meriti

augurandoti
che la tua fine

ti sia vicina

Annunci