Tag

,

Tribianniyt


Come diario
Di pagine non scritte
Mi ritrovo

Senza letture
Di me

Nel falso silenzio
Di giorni fluenti
Scorre l’acqua
Di lunghi bagni caldi
Bollenti
Brucianti

M’immergo
Silenziosa
In oli di
Mandorla

Osservo
Il mio corpo
Senza più costole
Evidenti

Silenziosa
Provo rabbia

Insopportabili
Emicranie
Mi allontanano
Da tutto
E tutti

Irascibile
Non mi riconosco
Impaurita
Mi ritrovo
Con fragilità
Evidenti e
Incubi notturni

Con pelle morbida
Mi assaporo
So di me

Immutabile donna
Mi confondo
Mi lascio confondere

Nel non silenzio di me
Ascolto voci
Desiderio di me

Il pensiero a lui
Non cede
Non lascia spazio a
Sollievo
Sorrisi

Autunno nel cuore
Inverno nel corpo
Estate nella testa
Voglia di primavera

M’immergo in me
In cerca di me
Nemica
Amante
Amica

Tutto tace
Niente urla

Straziante silenzio
Di grida taciute
Urlate
Taciute
Urlate
Gridanti

M’immergo
Nel silenzio
Nelle urla
Nel dolore

Immergo me
Nell’acqua bollente
Nelle parole altrui
In letture amate

Acqua
Aria
Parole
Libri

Annunci